Assicurazione drone-regole e necessità

Molti viaggiatori moderni non possono negare il piacere di portare con sé non solo gli oggetti più preziosi, come i gioielli, in cui intendono apparire in un ricevimento secolare al Festival di Cannes, ma anche attrezzature costose. E qui non si tratta solo di un laptop di ultima generazione, ma anche di un gadget così alla moda di recente come un drone.

Quindi, se gioielli e attrezzature costose, è sicuramente necessario emettere una polizza assicurativa speciale durante il viaggio, che prevederebbe un risarcimento per il furto o il danno, nel caso di un drone controllato, si applicano le stesse regole. Allo stesso tempo, è necessario prestare attenzione ad alcuni punti obbligatori.

Il drone è essenzialmente

Il drone (veicolo aereo senza equipaggio) è un vero gadget alla moda che serve per intrattenere tutta la famiglia ed è facilmente gestito da rappresentanti di diverse generazioni — dai nipoti alle nonne.

Tuttavia, da un punto di vista scientifico, un drone telecomandato è un aereo senza pilota e senza passeggeri. Droni per la ricreazione o la competizione è un aereo modello. Più precisamente, questo concetto si riferisce a tutti i modelli e droni acquistati nei dipartimenti High-Tech o nei dipartimenti di giocattoli. Chiamati “droni civili”, queste macchine possono avere anche le applicazioni professionali. Questo è particolarmente vero per le riprese di film o riprese topografiche.

Per legge, ci sono due categorie di droni:

Drone di categoria A

Drone di categoria B

Droni di categoria A

Per la gestione delle apparecchiature in questa categoria, non è necessaria alcuna autorizzazione preventiva. In realtà tutti possono facilmente controllare un tale drone. Questi modelli di aeromobili possono essere aerei di uso personale (cioè apparechio terrestre o quello personale) di peso fino a 150 kg. Per tali dispositivi ci sono alcune limitazioni:

• Devono essere non motorizzati o avere un solo tipo di motore;

• Uno o più motori termici con una cilindrata totale non superiore a 250 cm3;

• Uno o più motori elettrici con una potenza totale inferiore o uguale a 15 kW;

• Uno o più motori turboelica con una potenza totale inferiore o uguale a 15 kW;

Uno o più motori a reazione la cui spinta totale è inferiore o uguale a 30H, con un rapporto tra spinta e massa senza carburante inferiore o uguale a 1,3.

 Questa categoria comprende anche palloncini con una massa totale di gas in bombole aeree non superiori a 5 kg.

Droni di categoria B

Per pilotare questo tipo di drone, ad esempio, in Francia, è necessario ottenere un permesso speciale nella direzione generale dell’aviazione civile (DGAC). In poche parole, i droni di categoria B sono tutti gli altri modelli che non corrispondono alle caratteristiche della categoria A.

 

Читайте также:  Incidente in vacanza al di fuori del paese di residenza- cosa fare

Come usare il drone e dove volare

Secondo le norme applicabili all’aviazione civile, l’uso dei veicoli aerei senza equipaggio all’aperto è regolato dal 17 dicembre 2015 da due decreti. Definiscono le regole di utilizzo che devono essere seguite e dichiarano anche lo spazio aereo in cui volare.

Regole per l’uso del drone

Оформление страхового полиса для поездки в Европу

Le informazioni che devono essere fornite quando si vende un drone definiscono le 10 regole da seguire in qualsiasi uso:

Non sorvolare le persone;

Osservare l’altezza massima di volo-150 metri;

Non perdere mai di vista il drone e non usarlo di notte;

Non lanciare il drone sopra l’area urbana;

Non utilizzare il drone vicino Aeroporti;

Non sorvolare aree “sensibili” o protette;

Rispettare la privacy degli altri

Non trasmettere filmati senza il consenso degli stakeholder e non utilizzarli per scopi commerciali.

Spazio aereo consentito per il volo del drone

I droni non possono volare In tutto il paese senza ostacoli, non importa quale stato si tratti — all’estero o in patria. Ci sono aree in cui il pilotaggio di un drone può essere vietato. Per ottenere informazioni su tali aree, è necessario fare riferimento alla mappa interattiva sul sito Geoportal, che controlla il governo. Ciò consente di visualizzare le aree soggette a restrizioni o limitazioni.

Oltre a specificare le aree da vietare o limitare, questa mappa mostra 6 livelli di limite di altitudine:

Vuoto (campo senza colore): qualsiasi volo vietato oltre 150 metri;

Giallo chiaro: altezza massima di volo di 100 metri;

Giallo scuro: altezza massima di volo di 60 metri;

Arancione: altezza massima di volo di 50 metri;

Rosa: altezza massima di volo di 30 metri;

Rosso: volo vietato.

 Il mancato rispetto di queste regole è punito con sanzioni monetarie e persino con la reclusione. È prevista anche la confiscazioine del drone.

Assicurazione per drone

Come indicato nelle istruzioni che vanno in allegato al drone, è necessario chiarire quale assicurazione sarà necessaria per essere in grado di pilotarlo. In primo luogo, la Federazione francese di assicurazione (FFA) raccomanda di verificare se il danno causato dal drone è coperto da una polizza assicurativa contro molti rischi. Se il modello di aeromobile è incluso nelle eccezioni, è necessario emettere un’assicurazione speciale che prevede tutti i rischi.

Senza assicurazione di Responsabilità Civile e in caso di incidente che ha causato danni materiali o lesioni alle persone, il gestore del drone dovrà in ogni caso compensare tutte le spese.

È anche possibile stipulare un’assicurazione aggiuntiva, come l’assicurazione contro il furto, l’assicurazione per la sicurezza informatica o l’assicurazione per la protezione legale.

 Vivi al passo con i tempi!

Позвонить